Pattinaggio di velocità su ghiaccio

Disciplina integrata in G+S dall’inizio degli anni 2000, il pattinaggio di velocità su ghiaccio è uno sport dalle potenzialità ancora poco sviluppate in Svizzera.

Martin Hänggi

Qual è la data (all’incirca) del tuo primo corso G+S come partecipante?

1997

Qual è la tua società sportiva?

In una parola (una sola) come descriveresti il tuo sport?

Planare

Quale altro sport di G+S ti sarebbe piaciuto praticare oltre a quello della tua intervista?

Il pattinaggio di velocità su ghiaccio è una disciplina “atletica”, in cui l’obiettivo è soprattutto quello di lottare contro il cronometro. Tuttavia, la specificità del ghiaccio induce anche l’acquisizione e la padronanza di un ritmo, in cui la respirazione deve entrare in risonanza con il ritmo dei pattini. Benché sia disciplina olimpica fin dai primi Giochi invernali del 1924, in Svizzera il pattinaggio di velocità ha avuto uno sviluppo modesto, soprattutto a causa della mancanza di infrastrutture adeguate e di un numero sufficiente di impianti. In effetti, nel suo formato da competizione richiede una pista di 400 metri, cioè una struttura più grande di una pista di ghiaccio artificiale, e la pratica all’aperto, in particolare sui laghi ghiacciati dell’Engadina, può avvenire soltanto in pieno inverno.

Ed è un programma trasversale: entra nelle scuole, nelle associazioni, nello sport di alto livello. Ed è per questo che penso che il 50e anniversario di Gioventù+Sport sia davvero un enorme successo.

Martin Hänggi

Condividi post

Scoprire più contenuti