Corsa d’orientamento

La corsa d’orientamento è fra le prime discipline sportive integrate nel programma G+S sin dal 1972.

Ines Merz

Qual è la data (all’incirca) del tuo primo corso G+S come partecipante?

2007

Qual è la tua società sportiva?

In una parola (una sola) come descriveresti il tuo sport?

Avventura

Quale altro sport di G+S ti sarebbe piaciuto praticare oltre a quello della tua intervista?

La disciplina ha radici scandinave e in Svizzera ha beneficiato dell’influenza militare sullo sport per gettare le basi del suo sviluppo e della sua grande popolarità. L’obiettivo è reperire una serie stabilita di postazioni in un ordine più o meno definito, identificando e poi seguendo l’itinerario più breve possibile che deve essere percorso nel minor tempo possibile. La corsa d’orientamento può essere praticata sia nei boschi che in città ed è una disciplina molto apprezzata da un pubblico numeroso. Come dice la frase di presentazione della federazione nazionale, “per chi ha gambe e anche testa”, la corsa d’orientamento associa proprio competenze atletiche e capacità cognitive nella lettura delle mappe e nella comprensione del terreno.

La sfida è strutturare i contenuti in modo semplice perché alla fine i monitori possano utilizzarli per le loro attività

Ines Merz

Condividi post

Scoprire più contenuti